autore: Ruggero perugini

Volevo fare il commissario

Racconti che non trattano di inchieste importanti, di interesse mediatico perché la vita, quella vera, è fatta di piccole cose, di persone normali, che non attirano l’attenzione della cronaca, ma che sono essenziali per lo spirito.
… e ho appreso anche quanto conti l’amore: chiamatelo amicizia, simpatia, solidarietà, spirito di corpo, vicinanza, empatia, non importa, tanto sono più o meno tutte la stessa cosa. Ora so con certezza di aver amato ognuno dei personaggi che vivono nelle mie piccole storie. Ho cambiato i loro nomi ma gli episodi sono veri, compresi quelli narrati in terza persona. Magari ho calcato un po’ la mano nel tratteggiarne qualcuno, ma senza malizia, perciò credo vorranno perdonarmi se nel corso della narrazione mi sono preso qualche piccola licenza a loro spese. In ogni caso spero che leggendo questi raccontini anch’essi si divertano. Perché io mi sono divertito un mondo a scriverli.

Se hai scritto qualcosa scrivilo anche a noi   info@soveraedizioni.it












 

Lista links

Condividi:

  1. Myspace